The 1975: nel nuovo album c'è Greta Thunberg

La band pubblicherà il prossimo album il 21 febbraio 2020 e nell’anteprima del disco ha voluto omaggiare l’attivista svedese.


La prima traccia dell’album, infatti, che tradizionalmente è un’intro musicale e si chiama sempre The 1975 , questa volta include le parole di Greta:

Il testo si rifà al discorso che la giovane ambientalista ha tenuto ai parlamentari francesi a luglio.

Del nuovo album finora sappiamo che si chiamerà “Notes on a Conditional Form” ed è in qualche modo l’evoluzione di “A Brief Enquiry into Online Relationships”.

The 1975 sono in qualche modo i primi a collega esplicitamente l’attualità dei nostri tempi con la propria musica. E la sedicenne Thumberg è la prima “esterna” a comparire in un album della band di Manchester.

La traccia è stata registrata a Stoccolma e tra le varie cose invita ad usare la disobbedienza civile per arrivare a obiettivi politici:

<<Today, we use about 100 million barrels of oil, every single day. There are no politics to change that. There are no rules to keep that oil in the ground.

So, we can no longer save the world by playing by the rules. Because the rules have to be changed.

Everything needs to change. And it has to start today.

So, everyone out there, it is now time for civil disobedience. It is time to rebel.>>

La band ha anche annunciato, tramite le parole del suo manager, che ridurrà l’impatto ambientale nel confezionamento dei vinili e che sta eliminando la plastica usa e getta dall’involucro dei dischi.

Il ricavato del singolo andrà a Extinction Rebellion: