Talassascolta '19: La musica emergente di giugno

6.png

di Gerardo Russo

Sulla mail di Talassa ci arrivano quotidianamente messaggi di uffici stampa, etichette, artisti e gruppi emergenti che ci propongono di ascoltare la propria musica. Noi siamo felicissimi di farlo e abbiamo deciso di raccogliere in una rubrica mensile le 5 proposte che ci hanno convinto di più, collegandole a un brano noto che il loro ascolto ci ha suggerito. Se avete voglia di farci ascoltare qualcosa, mandate tutto a: talassascolta@gmail.com.

Agnello - Il Minotauro

La canzone d'amore perfetta. Il dolore e la felicità si confrontano in un duello di carezze. Tra una vita da affrontare oggi e una da sognare domani, pensando a dove scappare. Una voglia di fuggire insieme raccontata al finestrino del treno, mentre che ci accorgiamo che stiamo viaggiando soli.

per i fan di Brunori Sas - La vita pensata (A casa tutto bene, 2017)

Emenél - Look

Il rumore dei pensieri. Suoni pulsanti e ostinati che non si incontrano mai. Le lancette che contano il tempo delle onde. Non saremo mai totalmente persi nel mare, ma non saremo mai del tutto liberi di nuotare.

per i fan di Moby - Porcelain (Play, 1999)

Nic Gyalson - End Of Wine

Quelle canzoni che sanno sorridere nell'ultimo verso di una strofa. Parole sillabate per trasportare con leggerezza i cuori più fragili. Una giostra che ci cullerà se sapremo fidarci di lei.

per i fan di Buckcherry - The feeling never dies (Rock'n'roll, 2015)

Lennard Rubra - Amore semestrale

Vivere per ricordare. Innamorarsi della nostalgia. Danzare in una biblioteca dai colori sbiaditi. Le voci sono lontane, la musica forse non è mai esistita ma sappiamo che non è il presente. Intrappolati in un sogno.

per i fan di The Kinks - Strangers (Lola Versus Powerman and the Moneygoround, Part One, 1970)

SPZ - Nubi

Si innalza un Battiato per salvarci, vestito da supereroe con il lenzuolo della cameretta. Un frullatore di rime, vizi e labirinti mentali. Il videogioco che non riusciamo a vincere nella vita reale. La sacralità della fame non soddisfatta.

per i fan di Frah Quintale - Nei treni la notte (Regardez Moi, 2017)